Mangaka senza sorrisi

Di disegni e disegnini dedicati alla tragica vicenda giapponese ne abbiamo visti fin troppi, in questi giorni. Da ultimo Linkiesta, che ieri ha postato una breve rassegna che ho trovato francamente un po’ troppo nerdish. Il titolo “Coraggio giapponesi! ve lo dice Mazinga” mi è sembrato uno dei titoli più stupidini del mese, ingiustificabile per una buona testata come questo giovane sito.

A questa nutrita schiera si sono aggiunti però anche due talenti magistrali. Autori coinvolti direttamente dal New York Times, per una serie di contributi dal titolo semplicemente opportuno: “Scenes From the Tsunami”.

Si tratta di Yoshihiro Tatsumi, vero e proprio faro del gekiga manga, e Yuichi Yokoyama, funambolico costruzionista, quantomai azzeccato in un contesto di distruzione / ricostruzione come questo. Da loro, niente sorrisini e yatta!, né preghiere o ammiccamenti grafici. Solo la brutale semplicità di una scena possibile, per Tatsumi, e il puro magma delle forme abitative in scomposizione, per Yokoyama.

Piccoli commenti. Piccole differenze tra il talento e il resto.

via TCJ

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: