Esperimenti di fotofumetto animato (con Vine)

Piattaforma digitale che vai, sperimentazione nel fumetto che trovi. E quella realizzata dalla digital agency britannica Code Computerlove con la app Vine, è davvero un piccolo esperimento tecnologico: un fotoromanzo (più che un fumetto) in cui ciascuna delle 8 vignette contiene un video creato con Vine.

Immagine1

The Last Drop racconta una piccola vicenda da ufficio, resa in toni da epica battaglia. Per narrarla, l’agenzia ha pensato di assemblare più ‘vines’ in una sola struttura compositiva, dotandoli sia di didascalie che di balloons interni ai video. La storiella è leggibile facendo avviare in modalità ciclica i video, e il risultato è sottilmente straniante. Perché a differenza di tanti altri esperimenti di enhanced comicsmotion comics, questa soluzione rende possibile, al contempo:

  • l’unità complessiva della tavola
  • la staticità dell’immagine in vignetta
  • l’animazione delle stesse vignette
  • lo sviluppo narrativo della tavola…
  • …e un’evoluzione dello storytelling tramite brevi animazioni

Insomma, l’animazione pare in questo esperimento qualcosa di diverso da una mera decorazione. Un vero e proprio supplemento di narrazione. Un po’ come nella strategia delle gif animate da Zac Gorman, in un certo senso radicalizzata dall’animazione live action.

Naturalmente, dubito che il supporto più opportuno per un tale tentativo sia la “simil-tavola” incastonata in una pagina web visibile solo via pc. E in quanto esperimento, The Last Drop rimane un gioco. Ma un gioco che solleva una buona questione: l’ibridazione tra fumetto, animazione e piattaforme digitali ha ancora spazi di manovra da esplorare.

Ah: il link è questo.

Annunci

The Walking Dead, tra motion comics ufficiali e amatoriali

La serie a fumetti – e ora televisivaThe Walking Dead, ha avuto questa estate anche un piccolo adattamento in forma di motion comic, pensato come teaser per la serie tv.

Un trattamento piuttosto riuscito, anche se pare buono più come booktrailer che come assaggio della versione live action:

Di questo motion comic, da circa un mese, è disponibile una versione sottotitolata – rigorosamente dai fans – in italiano:

E poi ci sono gli pseudo-motioncomics realizzati dai fans. Tanti. Tantissimi. Troppi. Più che altro, slideshow variamente curati e articolati:

Ma un fan si è saputo distinguere, su tutti. Daniel Kanemoto ha infatti realizzato una ipotetica sigla della serie tv alcuni mesi prima del lancio. E ‘ha progettata con i pochi materiali a disposizione, ovvero, il fumetto stesso. Il risultato è una sorta di breve motion comic amatoriale, ma di una qualità per certi versi superiore persino alla sigla dello show ora in onda:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: