Fumetto dance con Art Spiegelman

La notizia è di quelle intriganti. Tra pochi giorni debutterà uno spettacolo di danza contemporanea che si avvale della collaborazione di Art Spiegelman. Lo spettacolo si intitola Hapless Hooligan in “Still Moving” e ha per protagonisti i ballerini della compagnia Pilobolus, che hanno costruito una performance multimediale e una coreografia ispirate ad alcuni classici del fumetto americano di inizio 900 – Happy Hooligan, Little Lulu – con un omaggio al pioniere dell’animazione Oskar Fischinger.

Ecco il concept descritto da Pilobolus:

Una love story dai toni noir, raccontata nello stile del fumetto delle origini. Mettendo in scena i ballerini di Pilobolus che interagiscono dal vivo con i disegni di Art Spiegelman (animati da Dan Abdo di Hornet e da Jason Patterson), “Still Moving” è il racconto tragicomico di Hap e Lulu, separati in vita e riuniti dopo la morte. Il sound designer Rob Kaplowitz (già nomination ai Tony Awards) assembla un collage di musiche che vanno da oscuri pezzi da cabaret a successi del jazz delle origini, per creare un’atmosfera accattivante.

Ed ecco cosa ha raccontato Spiegelman al Boston Globe:

E’ come se questi sei ballerini avessero a che fare con un settimo ballerino che è un completo idiota e non è capace, che so, di sintonizzare i propri movimenti con i loro, e così essi devono provare a fare in modo che questo deficiente non sembri stupido come è in realtà. Il che è davvero difficile per loro, perché è qualcosa di molto preciso.

Nel corso dell’intervista, Spiegelman – il nevrotico, catastrofista, pigro, geniale Spiegelman – ammette tutte le proprie difficoltà con questo progetto (non ne dubitavamo, art). Fin dalle forti perplessità iniziali verso un lavoro con un linguaggio tanto differente dal suo. Ma la forza della novità, tanto per lui quanto per i ballerini, lo ha infine convinto a lasciarsi andare. Il risultato è un progetto complesso e stimolante, commissionato dallo Hopkins Center for the Arts, Dartmouth College, e dall’American Dance Festival, che ci auguriamo possa seguire Pilobolus nei suoi prossimi tour europei. Un breve video realizzato in studio, durante la fase di produzione, è qui:

Ed ecco anche un video-estratto dalle prove dello spettacolo:

Per la compagnia di danza americana, “creare uno spettacolo di teatro-danza con Art Spiegelman si inserisce perfettamente nel più ampio progetto di Pilobolus di collaborare con artisti multidisciplinari. Non ci interessa mantenere gli artisti nell’ “angolo” delle rispettive discipline; il nostro approccio alla collaborazione coinvolge tutte le figure creative come uguali all’interno del processo produttivo in studio.”

L’avvicinamento tra due arti come il fumetto e la danza, storicamente così distanti, è un fatto recente. Eppure questo spettacolo non è esattamente il primo, nel suo genere. Non solo perché nella storia del fumetto non sono mancati musical e balletti ispirati a comics (da Krazy Kat ai Peanuts). Proprio questo blog ha raccontato, pochi mesi fa, quello che a tutt’oggi pare essere il primo esperimento di teatro-danza contemporanea di ispirazione fumettistica, ovvero lo spettacolo Archipel (Compagnia Eco) commissionato dal Museo del Fumetto di Angouleme, e ideato da un coreografo italiano (intervistato qui) che ha collaborato con autori come Ruppert&Mulot e Francois Ayroles.

Le intersezioni tra fumetto e danza si arricchiscono quindi di una nuova esperienza. Una splendida occasione per continuare a seguire, anche lungo sentieri tradizionalmente poco battuti, le traiettorie complesse della cultura contemporanea del fumetto.

Thanks to TheBeat

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: