Fumetto popolare italiano in Francia, tra i chiari di luna

Il fumetto popolare italiano, in Francia, non se la passa bene. Ormai da decenni.

Sono passati i tempi del boom di Pepito, ed è finita la stagione delle “bédé de gare” zeppe di prodotti Bonelli, EsseGesse eccetera.

L’editore filo-italiano principale, oggi come oggi, rimane Casterman, grazie al successo dell’unico vero longseller internazionale di casa nostra, Corto Maltese. Ma un po’ di buon fumetto popolare italiano fa capolino nei cataloghi di diversi editori. Incluso il relativamente piccolo e sconosciuto Clair de Lune, editore di manga, bédé e diversi fumetti nostrani.

Tra questi ci sono sia titoli classici (Tex, Diabolik, Storia del West, Martin Mystère, Nick Raider) sia titoli recenti, come ESP, Dampyr, Caravan, il one-shot bonelliano Stria e persino i meno noti Lambrusco & Cappuccino, Don Zauker, Luana o Gaki:

La notizia, infine: sarà proprio Clair de Lune a portare in Francia, per la prima volta, Grazia Nidasio, con Stefi e Valentina Melaverde. Una piccola, buona notizia per la circolazione della migliore tradizione del fumetto popolare italiano.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: