1sF: vivere a Parigi

Ultimo post della serie “una settimana in Francia”. Avrei potuto proseguire ancora, segnalandovi periodici ancora più bizzarri fra quelli che ho acquistato – come Usbek & Rica o Politis – ma preferisco chiudere (le valigie, e ripartire) con un pensiero per Parigi. In particolare, pensando a una recente rivista mensile interamente dedicata alla capitale, Vivre Paris.

Nel numero estivo, fumettologicamente parlando, mi sono imbattuto in contenuti come l’intervista al proprietario di una fumetteria dedicata alla BD indépendente nel 10° arrondissement (non la conoscevo: segnata). Ma soprattutto, ho ritrovato in una bella posizione – penultima rubrica di chiusura – una delle più brave fumettiste italiane: Federica del Proposto.

L’ennesimo talento del fumetto italiano trasferitosi lì per lavorare; l’ennesimo frammento di buon fumetto che emerge dalla più tipica stampa periodica francese. In una settimana (di vacanza) qualsiasi.

PS: buon fine vacanze a tutti. Ci ritroviamo lunedì prossimo. Anche perché sarà un autunno di grandi novità. Incluse quelle che comprenderanno questo blog.

paris

Scansione

1sF: BAM e il falso Corto

Il periodico di arte contemporanea Beaux Arts magazine è un altro di quelli che, in Francia, non solo scrive spesso di fumetto, ma anche ne pubblica. Inoltre, si può permettere spesso di giocarci in chiave grafica, sfruttandone il linguaggio e l’estetica.

In questo numero estivo, BAM non solo pubblica una tavola in cui il fumettista e vignettista Willem deride il solito Damien Hirst, ma ha commissionato una storia in 4 tavole al buon Etienne Lécroart (firma storica de l’Association). Un “noir concettuale” incentrato su un fumetto a noi italiani – come a loro francesi, in fondo – particolarmente caro: Corto Maltese…

bam350.jpg_630_820_1Scansione3

1sF: ragazzine lol

Con qualche probabile smorfia da parte dell’edicolante, in questa settimana in Francia ho acquistato anche un magazine femminile per ragazzine preadolescenti. Già. D’altra parte LOL! magazine è un concept che in Italia suona alquanto esotico. O meglio: è apparso anche in Italia, ma da noi è stato declinato senza fumetto. La testata francese, invece, in partnership tra Panini e Glénat, è invece piena di fumetti (su 64 pagine, oltre 50).

Il risultato, per quanto possa suonare paradossale, è una sorta di Spirou magazine al femminile, con fumetti di eccellente qualità per il target (e non solo), fra cui il sempre brillante Lou di Julien Neel, ma anche una serie disegnata da Silvio Camboni (in gran forma, peraltro).

image002-723x1024Scansione13Scansione14

1sF: Zep e l’elefante

Negli ultimi due anni, in Francia si assiste a una proliferazione di riviste nate sull’onda del modello Monocle. Riviste-libro, o quasi, dal target alto, dalla cura grafica e editoriale particolarmente elegante, dai contenuti tipicamente di long form journalism, fortemente illustrate.

La più recente che ho visto si chiama l’éléphant, e nel numero 3 ho trovato una interesante intervista a Zep, il (diciamolo: bravissimo) fumettista di Titeuf.

el1Scansione7

1sF: Corto e Marianne

Proseguiamo con gli acquisti di 1 settimana in Francia, questa volta con un numero speciale estivo di uno dei newsmagazine più tipicamente francesi: il nazional-provocatore e “centrista rivoluzionario” Marianne. Che ha pensato bene di pubblicare un volume interamente dedicato a Corto Maltese, utilizzato come strumento / scusa per proporre una serie di articoli di apprfondimento storico e quasi-racconti di viaggio, seguendo il filo rosso dei viaggi di Corto.

marianne1marianne2

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: