iGoogle addio (a fumetti)

In quei tempi preistorici in cui si personalizzavano le homepage dei portali ed era tutto un fiorire di skin, Google aveva investito in iGoogle: una pagina iniziale – con feedreader – personalizzabile graficamente con vari temi. Alcuni dei quali commissionati a editori e persino a singoli illustratori.

Daniel Clowes, Rumiko Takahashi, Jaime Hernandez, Jim Woodring, Lewis Trondheim, Emmanuel Guibert… Fumetti classici come Krazy Kat o Popeye, strips come Peanuts o Dilbert, serie Image, Marvel, DC. Marissa Mayer (l’attuale CEO di Yahoo ed ex-Google) e Jim Lee, per dire, nel 2009 annunciarono in un post congiunto la loro collaborazione. Scott McCloud ne parlò qui.

Tra un anno, domani [UPDATE: causa svalvolamento + distrazione pre-Lucca ho letto male: sarà dal 1 novembre 2013] però, iGoogle non sarà più disponibile. Aggiungendo così un nuovo tassello (fumettòfilo) alla futura archeologia della rete. E anch’io – finalmente? – non farò più ricerche passando per pagine decorate così:
















Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: