E il muro è sempre più BLU

Di wall painted animation – e di quello straordinario artista e disegnatore che è Blu – abbiamo già parlato in questo blog in passato, qui.

Il suo nuovo intervento – intitolato Big Bag Boom – è una personale rilettura del tema della creazione e dell’evoluzione delle forme di vita. Come sempre potente, disturbante e stilisticamente impeccabile. Lo potete vedere qui:

Vodpod videos no longer available.

Annunci

Wall drawing animation

Una settimana fa vi avevo parlato di una particolare pratica di animazione: la “tipografia dinamica”, o kinetic typography. Oggi vi invito a guardare esempi di un’altra forma espressiva che mescola disegno e animazione: il “disegno murale animato”, o wall painted animation.

Si tratta di una particolare pratica che mescola disegno – realizzato su muri/pareti, come nella tradizione della street art – e audiovisivo. L’artista disegna sul muro e fotografa o videoriprende l’immagine, poi cancella il disegno e ne realizza un altro, che rappresenta un movimento / istante successivo. E così via, sempre fotografando o filmando ogni singolo disegno. Infine unisce al montaggio i singoli frame, come in un lavoro di animazione in stop motion. Il risultato sono segni e forme che “si animano” sulla superficie di un muro.

Mescolando street art, disegno e animazione, questi lavori sembrano una ri-mediazione di pratiche già proprie dell’arte contemporanea, come lo speed painting (esempio: Nico di Mattia). Videoarte, frammenti di racconto, e un’idea di disegno come performance. Il migliore rappresentante di questa pratica è senza dubbio l’italiano Blu, che innesta in questo contesto la sua poetica del mostruoso e della mutazione. Qui potete vedere alcuni suoi lavori, insieme a quelli di altri (giovani) video-disegnatori.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: