L’archivio secondo Buzzati

Giornate di immersione nei libri. E in immagini di archivi.

Sia per preparare una relazione per il convegno di Gorizia, sia – su richiesta di Paul – per scrivere una scheda di un libro prossimo venturo. E qui mi sono re-imbattuto nel sempre straniante Poema a fumetti di Dino Buzzati. Che racconta così, in una sequenza kafkiana, l’arrivo di Orfi all’archivio dell’anagrafe:

Questo ufficio dell’anagrafe si troverebbe a Milano. Così pare, leggendo Buzzati. E dovrebbe essere persino vicino a casa mia: in via Saterna. Continuerò a cercarla:

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: