Fred, (meta)pagine sparse

A quanto pare, è mancato ieri uno dei più grandi autori della storia del fumetto europeo, il francese Fred. Uno dei rari fumettisti per ricordare il quale basta postare qualche pagina.

Perché Fred non è stato solo un grande narratore, ma un vero e proprio poeta della tavola. Uno dei pochi che ha saputo raccontare – come Winsor McCay, Will Eisner, Guido Crepax, Gianni De Luca, Marc-Antoine Mathieu – la straordinaria potenza espressiva del dispositivo-fumetto, sospeso all’incrocio tra figurazione, bidimensionalità e spazio dell’interfaccia. Uno dei grandi autori teorici della storia del fumetto, di cui ha illuminato la consapevolezza in opere immaginifiche, giocose, senza età.

philemon1philemon2philemon3philemon4philemon5
Un mesa fa circa, è uscita una nuova avventura di Philémon. Erano ben 26 anni che questa serie-capolavoro attendeva una novità. Nuova e insieme ultima, sia nel titolo – Le train où vont les choses – che nella vita di Fred. Una fine che preannunciava una fine, forse. La fine di uno splendido ciclo umano e creativo.

3 Risposte

  1. Delle tavole davvero meravigliose!
    Segnalo però che il titolo dell’ultima bd è “Le Train où vont les choses”; “Il crepuscolo di Philémon” è soltanto il titolo dell’articolo di ActuaBD linkato.

  2. Ammetto la mia totale ignoranza, non lo conoscevo per nulla… però, accidenti, che idee…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: