I siti italiani di fumetto più visitati?

Era e resterà una domanda, sia ben chiaro. Perché misurare un dato simile in assenza di metriche (e ‘misuratori’) comuni è impossibile, se non per approssimazione.

Tuttavia c’è chi ancora usa Alexa per provarci, e i risultati sono questi:

2012-01-28_statistiche-traffic12012-01-28_statistiche-siteslink4

Per completare la classifica, dovreste peraltro rifare alcuni conti considerando anche quel che Docmanhattan dice giustamente nei commenti (e qualcosa di più: Lucca Comics? Napoli Comicon? Bilbolbul?). E il risultato sarebbe un elenco sempre imperfetto, ma che non sembra troppo incredibile rispetto al ‘consensus’, diciamo.

Ma il punto che vorrei sollevare è uno solo, piccolo e preciso. Di tutti questi siti, uno dei più trafficati in assoluto è anche uno di quelli di cui la fumettosfera – le testate di informazione specializzata, i blog, ecc – mi sembra parlare di meno: Shockdom. Il che spiega anche il perché sia proprio da loro che arriva questa classifica, certo, come strumento per sollevare implicitamente (ma nemmeno troppo) la questione.

E questa questione rilancio a voi (quanto a me stesso): come mai, pur essendo tra i primi 3 o 4 siti più visitati, il mondo del fumetto italiano parla poco di Shockdom?

67 Risposte

  1. leggo e riporto:

    “Alexa è un sito che conta le statistiche esclusivamente di chi ha installato la sua toolbar sul browser su cui naviga. Dunque i suoi dati sono molto “viziati” dal fatto che si riferisce ad una nicchia, generalmente molto ristretta e composta da gente che ha mediamente a che fare con l’informatica e il posizionamento siti.
    Cioè: se io mi installo la alexa toolbar sul mio browser, e aggiorno il mio sito, navigo sul mio sito, sempre con la toolbar installata… ecco, il numero di contatti prodotto da questa nicchia è così basso che probabilmente lo faccio schizzare su nei dati di alexa con davvero pochi click. Se ho un cliente di un negozio qualsiasi, per dire, e gli installo la toolbar, me la installo io, riesco a fargli percepire, dichiarando alexa come “contatore terzo” che terzo non è, che il suo sito sia visitatissimo… Insomma, genericamente sono dati non affidabili, o affidabili solo per certe nicchie (siti dedicati all’informatica, etc…). Far schizzare in alto nelle statistiche di alexa un sito di… boh, giocattoli, è semplicissimo”

    Davide

    • ciao Matteo
      rispondere alle diverse questioni che sollevano sia la classifica (che verrà presto pubblicata aggiornata e con le giuste correzioni che sono state segnalate) che l’articolo, c’e’ bisogno di tempo e di “spazio”. Un commento, per quanto potenzialmente lo consenta, mi sa comunque di claustrofobico, per cui mi sono ripromesso nei prossimi giorni di mettere un nuovo post su Shockdom. In questo modo ci sarà una risposta anche alle allusioni di Davide😉

      • Salve,
        non sono parole mie. Le ho riportate per capire se qualcuno poteva spiegare o confermare o contestarle.

  2. Diffondere (e poi discutere) una classifica profondamente tarata a me sembra sempre una cosa discutibile. Una volta che ci sarà una classifica reale, varrà la pena di parlarne, direi.

  3. lucio (e davide): ottimo

    rrobe: infatti non ho scritto per commentare la classifica nel suo complesso, ma per porre una domanda su un solo dato

    • la domanda tua era:
      “come mai, pur essendo tra i primi 3 o 4 siti più visitati, il mondo del fumetto italiano parla poco di Shockdom?”

      la domanda che farei io è: “chi e con quali criteri dice che è così?”

      • prima di fare nuove domande, dovresti però rispondere.
        E cmq fai qualche query anche su LSB: sbaglio o sono 6 post in 6 anni?

        • non ho capito la questione sulle “query”…
          che sono?

          abbiamo discusso in redazione di questa classifica
          ho trovato questo “testo” che vi ho riportato che contestava la qualità della ricerca
          tu o qualcuno che leggi sa dirmi se gli appunti sono corretti?

        • “come mai, pur essendo tra i primi 3 o 4 siti più visitati, il mondo del fumetto italiano parla poco di Shockdom?”

          e poi scusa, e mi fermo, se la premessa è sbagliata (e non lo so se lo sia), che senso ha la domanda?
          perciò focalizzavo l’attenzione sulla premessa…

  4. il punto è: i criteri che han portato alla creazione di questa classifica (già cambiata due volte o sbaglio?) perchè non sono citati quando si citano i dati?
    se è vero quel che ho “citato” io (vale solo per browser che hanno questo software alexa installato) non è il caso di capire che campione è, come funziona, se include (ad esempio) chi collabora al sito in questione (che magari lo apre più volte al giorno), etc?

  5. è abbastanza vero che nessuo parla di Shockdom. Ma a me la risposta sembra facile: pubblica fumetti bruttini, e i blog di fumetti sono pieni di snob😉

  6. davide: query = ricerca (mi è scappato l’inglesismo, sorry). Ricerca fatta sul sito LSB digitando ‘Shockdom’.

    Inoltre: non ripetiamo cose già dette: Alexa non è del tutto affidabile. Lo sappiamo da tempo, l’ho ricordato in premessa, e lo hanno rimarcato altri. Va bene come approssimazione (esempio: Bonelli è più visitato di Bao), ma non ho fatto un post per discutere quanto è vicina o lontana dalla realtà. Mi sono limitato a chiedere opinioni su un solo sito tra quelli più cliccati. Opinioni che mi interessano, perché a me continua a sembrare un caso sui generis.

    • ok, chiaro

      mah, guarda
      non mi sembrava così “chiaro” nelle premesse che questo alexa (che non conoscevo) fosse così poco affidabile
      anzi, usandolo come “affidabile”, poni la domanda (visto che è fra i primi, perchè non se ne parla)
      e dire che è corretto come approssimazione perchè bonelli è più visitato di bao (ma sarà vero?) non mi sembra molto scientifico…😀
      in ogni caso, visto che dopo comicsblog (!) è il sito più visto, non c’è da meravigliarsi se su lospaziobianco non cercano shockdom (ma come fai a sapere che su lospaziobianco è stato ricercato solo 6 volte?), visto che è molto più famoso di lospaziobianco
      sul blog di cicciopuzza non cercano “la repubblica”; magari su “la repubblica” cercano il blog di cicciopuzza
      quindi significa che lospaziobianco sarà molto cercato su shockdom
      scherzo

      in parte😀

      • davide: t’è capì un belìn!
        Ho detto che mi sorprende che di Shockdom si parli poco. Ovvero che sia poco “citato”, non “cercato”. E ho fatto una verifica mettendo nel motore interno di LSB la parola Shockdom. Risultato 6-7 occorrenze. Tutto qui. Torniamo a lavorare, va là.

  7. davide: la mia premessa è talmente poco opinabile che per dimostrartela ho usato uno dei 2-3 siti di informazione più visitati: quello cui collabori. Che mi risulta menzioni Shockdom in un post all’anno. Sbaglio?

  8. Matteo, faccio uno sforzo per capire.
    “Tu basi questo discorso su questo presupposto: come mai non si parla dei fumetti di Shockdom quando, stando a quanto si legge da questa classifica, sono popolari?”
    E il discorso avrebbe senso se la classifica avesse una qualche attendibilità.
    Solo che non è così.

  9. perché Shockdom è molto (troppo) autoreferenziale e non fa niente per connettersi con fumettomondo. In compenso il fumettomondo non fa niente per niente, quindi…

  10. Quindi il problema qual è? Alexa funziona come l’auditel… Solo un un campione composto da milioni di persone in tutto il mondo. Shockdom.com non può essere il terzo in classifica perchè non se ne parla? Ma chi è che non ne parla? Le riviste settoriali? Quante sono? I magazine online? Quanti sono indipendenti da case editrici e quindi non concorrenti a Shockdom? Autoreferenziale… Sbaglio o è un modo antipatico per dire che sa farsi conoscere? Che poi la domanda è: che ha di “antipatico” Shockdom?

    • il problema non è certo shockdom, nessuno l’ha scritto
      e se lo vedi scritto sei affetto da sindrome da calimero

      shockdom può essere anche primo in classifica di tutti le categorie del mondo
      quello che io chiedevo è:
      1- i criteri di alexa perchè sono ritenuti poco affidabili? che campione hanno? il campione comprende, ad esempio, i collaboratori del sito che guardandolo quotidianamente (ad esempio, 30 collaboratori) se il caampione è basso possono influenzare molto i risultati?
      2- quanto da me letto e riportato è vero?
      cito di nuovo:
      ““Alexa è un sito che conta le statistiche esclusivamente di chi ha installato la sua toolbar sul browser su cui naviga. Dunque i suoi dati sono molto “viziati” dal fatto che si riferisce ad una nicchia, generalmente molto ristretta e composta da gente che ha mediamente a che fare con l’informatica e il posizionamento siti.
      Cioè: se io mi installo la alexa toolbar sul mio browser, e aggiorno il mio sito, navigo sul mio sito, sempre con la toolbar installata… ecco, il numero di contatti prodotto da questa nicchia è così basso che probabilmente lo faccio schizzare su nei dati di alexa con davvero pochi click. Se ho un cliente di un negozio qualsiasi, per dire, e gli installo la toolbar, me la installo io, riesco a fargli percepire, dichiarando alexa come “contatore terzo” che terzo non è, che il suo sito sia visitatissimo… Insomma, genericamente sono dati non affidabili, o affidabili solo per certe nicchie (siti dedicati all’informatica, etc…). Far schizzare in alto nelle statistiche di alexa un sito di… boh, giocattoli, è semplicissimo””

      detto questo, la domanda può essere posta anche se shockdom fosse l’ultimo sito
      perchè se ne parla poco in giro?
      mi sembra una domanda valida a prescindere che sia primo secondo o terzo
      o milionesimo

      io ponevo le domande sui criteri di alexa e chiedevo conferme a chi ne sa più di me

      se poi dobbiamo ridurla a chi ce l’ha più lungo… tanti cari saluti e un caldissimo abbraccio

      davide

  11. rrobe: io credo invece che abbia una ‘qualche’ attendibilità. Poca: solo quella che hanno come strumento grossolano utilizzato da aziende e curiosi. Quanto basta – a me, oggi – per il parzialissimo discorso che intendevo fare.

    andrea: mi piacerebbe capire meglio cosa intendi per autoreferenziale. Sul secondo aspetto, concordo. Sul terzo, invece, dovremmo allargare troppo la discussione.

    alexander: alcune mi sembrano buone domande. E a una so rispondere: sì, per “parlarne” intendevo la stampa, generalista o specializzata che sia. L’ultima tua riformulazione mi pare allora la più utile per capire: che ha di ‘inefficace’ (parola più adatta che simpatia/antipatia)?

  12. Vedo che è stato ripreso anonimamente un mio commento che avevo postato sul fb di laura scarpa. Confermo tutto: alexa conta solo i click di chi ha la sua toolbar installata sul browser.
    Rovescio la domanda di matteo: secondo te quali di questi siti ha più collaboratori con la toolbar di alexa installata? È l’unico dato statistico attendibile da liste come queste😉 saluti! C.

    • sono stato io, claudio, a riportare le tue parole
      non ho messo il tuo nome perchè non era “importante” e non volevo coinvolgerti se non interessato
      mi interessava sapere se qualcuno aveva da “ridire” su questi concetti…
      mi perdonerai?

      (però vedo che fai la stessa mia domanda…😉 )

    • la tua domanda rovesciata è (finalmente) un argomento puntuale. Mi sembra giusta. E la mia risposta è che credo che a Shockdom siano più abituati a usare questa toolbar (ci diranno loro?).

      Ma che sia il 1° o il 10° sito più visitato (cosa per me indifferente, in questa sede), resta comunque uno dei top 15/20 siti più visitati. Eppure produce poco “discorso”. Il mio interesse rimane solo questo: why?

      • finalmente argomento puntuale?
        matteo, l’ho chiesto io ieri due volte, eh

        ore 15:11
        non è il caso di capire che campione è, come funziona, se include (ad esempio) chi collabora al sito in questione (che magari lo apre più volte al giorno), etc?

        ore 21 54
        il campione comprende, ad esempio, i collaboratori del sito che guardandolo quotidianamente (ad esempio, 30 collaboratori) se il caampione è basso possono influenzare molto i risultati?

      • Appunto, affermato (in attesa di improbabili smentite) che il dato è strumentale, e dunque no, non è corretto ritenere quel sito tra i “15/20 più visitati” – perché non è possibile stabilirlo, mica per cattiveria – il perché non se ne parli mi sembra lo stesso motivo per cui non si parla di mille altri siti dello stesso tipo e dallo stesso target che fioccano in rete: realtà autoreferenziali che si rivolgono ad un bacino di lettori ben determinato, spesso dagli autori che ci pubblicano e relative amicizie, più o meno numerose che siano.
        Aloa!
        c.

  13. L’equazione è semplice: ci sono due cose che può contare Alexa. I click ottenuti da chi ha la toolbar installata, e i link entranti rispetto a un sito (altro dato discutibile, ma tant’è, strumenti online che ne rilevano ce n’è a bizzeffe: anche qui attribuiti con un punteggio diverso, a sua volta dipendente da link entranti del sito “sorgente” e “age” del dominio). Basta. Per questo l’effetto “bonelli + di bao” è garantito, bonelli ha senz’altro più link entranti di Bao. Piuttosto, vedendo di sorvolo queste statistiche, e pensando a braccio (non ho voglia di fare analisi approfondite adesso), mi vien da dire che se questi dati sono così è sconfortante, perché significa – a naso – che se ci vuole così poco per influenzarli, quanto un pugno di persone con la alexa toolbar puntata al proprio sito, il traffico complessivo rivolto ai siti di fumetto – tranne alcune importanti differenze come zerocalcare.it- è davvero un fenomeno marginale del web italiota.
    @Davide, mi sono mica offeso😀 Ci tenevo a dire che come scritto là, penso le stesse cose pure se riportate qua, ci mancherebbe😀

    Saluti a tutti,
    c.

    • ma te che ne sai tanto…😀
      mi chiedevo… che parametro useresti per stilare una classifica (da esterno) di “visibilità” di questi siti / blog?

  14. Ah, poi c’è da dire che chiamare “sito” l’attuale esposizione web di Sergio Bonelli Editore è come chiamare “catalogo di lusso di una mostra di van gogh” un A4 fotocopiato e piegato a metà.
    Besos!
    c.

  15. @Davide: l’unico dato da “esterno” disponibile sono il numero di link entranti verso un sito (e la loro “qualità” che si stabilisce per diversi fattori, il numero e basta non significa nulla ed è molto strumentalizzabile pure quello – come nel dato “scorporato” di queste tabelle pubblicate da matteo) e l’eventuale numero di condivisioni sui social network. Ci sono strumenti per rilevare questi dati. Ma le visite vere e proprie rimangono affare di chi i siti li gestisce.
    Aloa!
    c.

    • diciamo che se qualcuno volesse (matteo?)… potrebbe chiedere gentilmente ai siti i dati degli ultimi 3 mesi e stilare la classifica (magari senza numeri)?…

  16. Ah, e Matteo, ultima cosa: se come hai lasciato intendere conosci aziende che diffondono i dati di alexa come affidabili… avvisali! C’è qualcuno che si sta arricchendo alle loro spalle😀 Spero non alle tue, e il discorso eventualmente vale anche per shockdom, che può essere vittima di qualche web marketer votato al lato oscuro della forza, mica ce l’ho con loro.
    besos!
    c.

  17. Riaassumendo: classifica inaffidabile (e lo è fuori da ogni dubbio), discorso senza basi su cui costruirlo.

  18. la cosa che mi fa sorridere di piu’ e’ che pur di non accettare che shockdom sia uno dei siti di fumetti piu’ visitati (come è storicamente), siamo o degli ingenuotti o dei truffatori🙂
    lunedì sul mio blog ci sarà un post con un po’ di spiegazioni e di chiarimenti
    buon week end a tutti

    • se la butti su “son piccolino son piccino e tutto nero” allora non è che vale più la pena parlare. eh…

  19. Ma, veramente, non è in discussione quello.
    Matteo cerca di mettere in piedi un ragionamento su una classifica che, è comprovato, non ha riscontro. Ergo, il discorso è bacato alla radice. Poi che voi facciate pochi o tanti contati, mi sembra che diventi rilevante solo nel momento in cui la cosa è accertata.
    Se vuoi, possiamo parlare di Blogbale, dove non mi pare di vedervi.
    Significa che non siete rilevanti? No. Perché nemmeno Blogbabel è affidabile.

  20. Ragazzi, se voi usate le classifiche di alexa, credendoci, per dimostrare quanto siete rilevanti, siete ingenui, sì. Se lo fate non credendoci, o voi o qualcuno per voi sta imbrogliando le carte. Questo a prescindere dai dati effettivi del vostro sito, che solo voi conoscete. Quel “come è storicamente” mi pare una boutade gratuita, e l’onere della prova se proprio di questo volete parlare sta a voi, no?
    Saluti,
    c.

    • m’hai fatto sorridere…
      “appurato che io sono il miglior imprenditore dal dopoguerra”
      “e chi lo dice?”
      “eh, tutti…”
      “ma tutti chi?”
      eh eh

  21. mmmm… quindi se un sito che voi non conoscete, o conoscete poco, va ai primi posti, è necessariamente un errore o un trucco… molto sintomatico, direi😉
    e la chiudo qui, perchè non ho tempo, devo andare a navigare il sito con la toolbar di alexa (che non ho neanche, tra l’altro)🙂

  22. Rai,it 2,802
    Global Rank

    Ho vinto io. Ora dovete solo parlare di me.

  23. Ciao. A me sembra che questo post dimostri che tanti diventano suscettibili quando si parla di classifiche.
    Anche se questa non è troppo seria, tutti la prendono sul serio. Chi per dire che lui in realtà ha più visite, chi per farsi bello….

    • chi per mandare solo tutto in vacca

      e chi per parlare di alexa, di dati, di corretteza
      tu ne vuoi parlare?

      • volentieri! quando vuoi!
        “A me Alexa pare troppo imprecisa e influenzabile”.
        L’ho detto.

        Però siccome è una ovvietà mi era sembrato giusto fare un passo avanti e rispondere alla domanda di stefanelli (vedi primo post).

        Ma continuiamo quando vuoi, eh!

        • beh, ad esempio, lospaziobianco ovviamente NON parla degli altri siti che parlano di fumetti
          anche questa è una ovvietà no?
          come dire che la repubblica non parla del corriere…

  24. Veramente neanche l’altro del DocMan è dedicato solo ai fumetti!! Secondo me si parla più di fumetti nel sito rai che in quello del Doc. Però in classifica ce l’avete messo eh!!! i soliti amichetti del quartierino, eh!!!

  25. rrobe: non credo di valutare Alexa diversamente da te, lo sai. Ti ricordo peraltro che fosti tu a raccomandare a me (che la criticavo) di usarla più spesso:
    https://fumettologicamente.wordpress.com/2011/02/04/classifica-fumettiblog-febbraio/#comment-1643

    davide: richiedere i dati ai siti è una possibilità che ha senso. Ovviamente: sarebbero dati ‘dichiarati’. Dubito che tutti farebbero a gara a farmi loggare insieme a loro sul profilo di Google Analytics, non credi?

    lucio: ti toccherà spiegare la questione della alexa toolbar, per esempio chiarendo se tra i vostri users (autori) avete qualcuno che la sfrutta

    • matteo
      non so
      io (dovrei chiedere agli altri in ogni caso) non avrei problemi a concedertelo. gentlemen agreement (anche se non è che la cosa sia di importanza capitale) per costruire una classifica
      e… a che serve poi?

      noi sappiamo che lsb non è il sito più letto che parla di fumetti
      sappiamo anche altre cose, nostre, tipo che abbiamo triplicato gli accessi in due anni e raddoppiato le pagine viste (medie al giorno)
      ma a parte la gara ad averlo più lungo, che purtroppo perderemmo (eh eh), i numeri cosa ci (vi) potrebbero dire?
      dico la mia
      secondo me (e roberto mi dice di no ma io ne sono convinto) le persone che “leggono di fumetto” su internet non sono più di 4.000

      secondo te?

      • se per fumetti intendi anche le strisce umoristiche, ti assicuro che sono molto di più.

        (Si, lo so che avevo detto che non sarei tornato, ma la discussione mi sta appassionando, al di la’ delle ironie su di me🙂 )

        comunque considerando le strisce sono almeno 20 volte di più… secondo me zerocalcare ha almeno 80/100mila visitatori al mese

        shockdom ha quasi 60.000 utenti unici secondo google analytics (mettero’ lo screenshot lunedi’). Anche qui, ovviamente gli utenti unici di google non sono affidabili (veramente), ma danno un’idea.

        figurati quanti ne ha zerocalcare

        • ma non c’era motivo per non tornare!
          te la sei presa pensando che ce l’avessimo con te
          invece si parlava di alexa

          può essere che zerocalcare ha più risonanza perchè autore unico?
          e che la “dispersività” di un centinaio di autori non fidelizzi non dico il pubblico ma “chi ne dovrebbe parlare”
          e poi, perchè mettere nella stessa classifica chi fa fumetti online (zerocalcare), chi fa fumetti e li vende in edicola (bonelli) e chi parla di fumetti (lospaziobianco)?
          e ancora: che fine hanno fatto i soldi del belice?

        • non me l’ero presa (mettevo sempre le faccine), e’ che non avrei veramente tempo, sono in ufficio e dovrei lavorare🙂
          sulla tua obiezione sulla distinzione tra siti sono d’accordo, ma il numero di siti “significativi” è veramente così basso, che splittarli per categoria diventerebbe ogni categoria una questioni tra pochissimi. La cosa che faro’, non da lunedì però, è magari aggiungere una legenda

          lunedì sistemo la questione blogspot.it che in effetti falsa il risultato per alcuni

    • @Matteo: abbiamo un centinaio di autori, non posso chiederlo a tutti🙂
      ma comunque nel post di lunedì metterò lo screenshot dei dati di google analytics, era già mia intenzione farlo per “dare il buon esempio” così saremo tutti contenti🙂
      e’ ovvio che ho messo online la classifica per evidenziare che shockdom è visitato, ma non è solo per quello. Infatti lunedì metterò online anche un’altra classifica in cui Shockdom non ne esce bene, ma che sorprenderà molte persone…
      io sono sempre stato convinto e l’ho sempre detto, che la mancanza di numeri ad un settore fa solo male e il mio intento (che si creda o meno) è anche questo

    • te ne dico un’altra
      visto che penso che i numeri non siano un granchè…
      noi “redattori” e collaboratori de lospaziobianco siamo invitati a “cancellarci” sul contatore delle statistiche del nostro sito
      nel senso che tutti hanno i codici per entrare nel contatore ufficiale che abbiamo e segnalare il proprio IP per essere cancellati
      i numeri che abbiamo (che interessano a noi in confronto ai nostri precendenti e non in confronto agli altri) sono depurati dai nostri collaboratori che entrano ed escono dal sito per vedere cose…

      ma, tecnicamente, un collaboratore legge anche gli articoli degli altri sul sito…
      quindi va cancellato o no dal conteggio?
      e se si hanno 150 collaboratori questo numero è “rilevante” o no?

  26. Senza offese, è una classifica senza senso (sbagliata anche all’interno delle sure regole sbagliate, perché alcuni domini sono riportati in maniera incorretta rispetto al .com o .it) e anche la domanda di Matteo ha poco senso. Se vale questa classifica, il mondo del fumetto italiano parla anche poco (nulla?) di Comicus che è nei primi posti. Cioè, voi avete mai letto recensioni o articoli su Comicus, in giro per la rete?

  27. Oh, comunque parlare di alexa e trovarsi risposte su analytics è, a prescindere, confondere mele con pere. Tutto ciò per rivendicare 2000 accessi al giorno? E soprattutto, a parte che sapere che un sito che non frequento (ma conoscevo) abbia 2000 o 10000 visite non aumenterà il mio – personalissimo – interesse nel frequentarlo o meno, mi chiedo proprio a cosa possano essere utile delle classifiche che mischiano, anche qui, critica con storie, community con blog, etc… Ma anche fossero classifiche tematiche, continua a sfuggirmi questa questione di una supposta “trasparenza dei numeri” a cosa dovrebbe servire. A bullarsi di più? Ma nei confronti di chi?
    @Matteo: io probabilmente posso pure avere intuito dove volevi arrivare, sono assolutamente convinto che ci sono fumetti che sfuggono totalmente alla nicchia italiota che si occupa di fumetto. Per parlare di questo, se ho capito le intenzioni, hai scelto un incipit errato che ha inficiato la discussione.

    Infine: nei commenti di un blog senz’altro non si può sviscerare un mestiere, quello legato all’attività SEO e web marketing, che è un mestiere serio. Semplicemente, continuare a considerare alexa affidabile per risultati italiani, toolbar o meno (toolbar installata o meno è una semplificazione forzata del discorso, dalle tabelle ci sarebbe da ragionare pure sul numero di link, per dire solo un altro dei fattori in campo, e tante, tante altre cose) è irrispettoso verso un sacco di gente che porta avanti questo mestiere con onestà: ma basta digitare su google per accertarsi della cosa eh, mica faccio i miracoli? Ho dato un occhio di sorvolo al codice del sito in questione: io ci credo che sono bravi ragazzi, che fanno belle cose, che c’hanno l’entusiasmo e chissà, qualcosa di buono ne emergerà. Ma fare siti e azzardare analisi SEO e di Web Marketing è un campo da gioco diverso rispetto a installarsi un wordpress. E il fatto che alcune persone autorevoli della nicchia del fumetto prendano sul serio discorsi del genere è un altro sintomo di pessima salute di un linguaggio che sembra porsi fuori da ogni discorso professionale… da solo.

    Besos,
    c.

  28. davide: questo insistere nel dire “lsb ha XY visitatori, ma in fondo i numeri a cosa servono?” è contraddittorio. Se non fosse stato rilevante perlarne, avresti potuto replicare su altro. Peraltro sono talmente d’accordo che questi numeri servono solo in parte, che lo scrivo da anni (e il link al mio vecchio dibattito con rrobe lo testimonia).
    Inoltre. Quante persone “leggono di fumetto” in internet? Buona domanda. 4000? Credo molti di più. Un tema che meriterebbe ricerche, oltre alle nostre opinioni.

    lucio: concordo su un punto. Questo mio post è una perfetta rappresentazione plastica del fatto che dici: la scarsità di cifre affidabili era e resta una lacuna pesante.

    riccardo: fai un paragone sbagliato: Shockdom offre fumetti, Comicus notizie.

    nuvoleonline: quando fai il paladino del SEO, mi intenerisci. Un giorno ti presento un tot di tuoi competitor cialtroni, così li metti spalle al muro (avrebbe un certo qual valore sociale, riconosco)😉

    E comunque, grazie a tutti, alla fine il dibattito è un po’ progredito. La fatica di farlo in modo lineare è anche a causa mia, che ho rilanciato questi dati ‘fragili’. Lo riconosco.
    Ma ribadisco: diversi tra voi, negli anni passati, mi hanno invitato a usare Alexa. Cosa che peraltro non ho mai fatto. Oggi lo ha fatto però Shockdom, e l’ho segnalato. Una volta tanto, ho variato il menu: invece di linkare classifiche link-based (le vecchie Wikio, che ormai non guardo più essendo andata a ramengo quell’azienda), ne ho linkata una traffic-based. E al solito, non per prenderle alla lettera. Ma per andare oltre, cercando elementi di discussione. Anzi: ne ho trovato uno solo. Mi è bastato così: questa serie di commenti è sufficientemente interessante per capire il clima intorno a Shockdom (e per capire la sensibilità di tanti verso i ranking).

    • una via per avere una idea dei numeri io l’ho suggerita
      tu che sei “terzo” potresti provarci no?
      a me interessa poco il numero in confronto agli altri
      interessa molto il numero rispetto a noi stessi due anni fa
      ci serve per capire cosa funziona cosa viene letto cosa passa inosservato
      anche cosa è necessario per far dei numeri che ci permettano poi di far vedere cose di nicchia

      ma il mio tornare ai numeri era per stilare la classifica in base alla quale poi ci si poteva chiedere perchè qualcosa che tu ritieni di valore sia bassa (o alta, o poco citata)
      ma va bene così tutto chiaro

      solo una cosa, mi secca che il mio rispondere qui per parlare di alexa e di come questa classifica che mischia le mele le pere con criteri farlocchi (mi dicono…) sia scambiato come ostilità verso shockdom

      e guarda che a occhio e croce a parte “perchè è tutto un mangia mangia e son tutti cattivi e la casta e bla bla” mi pare che l’unico che ha risposto al tuo quesito con premessa errata sono i (commento 17 19)

  29. (nulla verso shockdom per quanto mi riguarda. verso una gestione spregiudicata di una classifica sì, ma son contro l’ergastolo e allergico ai processi, come sai😀 Son pure quelli di nestore poi! ma figurarsi)
    saluti,
    c.

  30. Aahahaha matteo, ma cos’è, una versione digitale della barzelletta “quo vadis”? Lo so benissimo che comicus e shockdome hanno mision diverse, così come bonelli e qualunque altro siti in quella classifica. È una classifica che unisce mele con pere con banane, con patate con pistacchio con anacardi e ciligie e pomodori. L’unica cosa che hanno in comune è che appartengono al regno vegetale. Ma secondo te ha senso dare visibilità ad una cosa talmente amatoriale che al massimo serve a farsi due risate? La mia meraviglia era del perché hai preso in esame questo insieme così platealmente ridicolo.
    Detto questo, shockdom è una delle tante realtà dell’editoria italiana, non svetta per qualità delle proposte, i numeri consistenti non ci sono e quindi – suppongo – un settore amatoriale come quello della critica del fumetto in italia preferisce dedicarsi a cose più interessanti e nelle loro corde.

  31. Per riassumere: la classifica non ha proprio senso sul nascere. Shockdom può anche fare sul web 10000 volte più di Bonelli, ma non vuol dire che conta più di Bonelli. Shockdom è l’unica che ha il core business sul web, quindi il paragone andrebbe fatto con altre realtà simili. Partendo dal presupposto che SD non è quindi una delle realtà primarie del fumetto in italia, la risposta della scarsa visibilità si basa probabilmente sul pari livello di materiale presentato.

  32. […] approfitto per rispondere ad una questione posta da Matteo Stefanelli sul proprio blog. Perchè non si parla di Shockdom nel mondo del fumetto? Per diversi […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: