Angoulême 2013: italiani in nomination

Rituali post-Lucca: con la conferenza stampa di ieri, il festival di Angouleme ha comunicato il programma dell’edizione numero 40. E tra i contenuti c’è l’elenco delle (numerosissime) opere nominate nella Sélection, che concorreranno al premio più ambito nel mondo del fumetto occidentale.

Piccola notizia: quest’anno all’Italia non è andata affatto male. Due i libri nominati, uno per ciascuna delle due categorie principali: Sélection Officielle e Sélection Patrimoine.

Nella prima è finito Giacomo Monti, con Personne ne me fera de mal (Rackham), traduzione della raccolta di storie brevi pubblicata da Canicola, e già ispiratore del film diretto da Gipi L’ultimo terrestre. Per la serie: alla faccia di chi lo aveva sottovalutato – o snobbato – all’epoca dell’uscita in Italia.

Nella seconda categoria – in cui si conferma il track record positivo per gli autori italiani –  è toccato invece a Luciano Bottaro, con il primo volume della raccolta del suo Pépito (Cornélius). Un libro pubblicato in una splendida veste editoriale, peraltro.

Comme d’habitude, l’Italia si conferma quindi competitiva sul fronte della produzione di opere di ricerca e di frontiera, e come bacino di un ‘vintage’ di qualità. Mentre persiste la sua assenza – almeno sulla scena internazionale – nella produzione di fumetto contemporaneo di massa (seriale e non).

Nel bene e nel male, il solito specchio dell’industria culturale nazionale: grande tradizione, eccellenze creative in costante ricambio, ma il tutto innestato su un terreno produttivo dal respiro corto.

A gennaio, durante il festival, vedremo da vicino che opinioni avranno raccolto. Ma il pronostico non è roseo: competizione dura, possibilità ridottissime.

foto by @Olivierm99

 

8 Risposte

  1. Il fatto che sia in una nomination non significa che sia un buon fumetto. Ergo, non credo che la faccia di chi lo aveva snobbato, o trascurato, o trovato solo brutto, abbia nulla da temere.

  2. Aggiungo: la Francia è solo un mercato, non “la scena internazionale”.
    Il fumetto italiano, in Francia non ha un gran mercato.
    Come quello francese da noi.

  3. il festival di Angouleme è la principale cassa di risonanza internazionale: è un trampolino globale, non solo “mercato francese”. E non solo per la stampa, ma per gli editor, che è il primo fattore di influenza.

    E su G.Monti, mai detto che non sia legittimo considerarlo brutto. Che arrivi in finale al principale premio internazionale significa, tuttavia, che si può averne l’opinione che si vuole, ma non che non meritasse interesse.

  4. No, Matteo. Questa è la visione che hai tu del festival. Che non ha influenza alcuna su nessun altro mercato che non sia quello francese.
    In Italia, USA o Giappone, di chi vince al Festival, interessa poco. Sia in termini culturali, sia in termini di mercato.
    Il fumetto italiano non è rappresentato ai premi di Angouleme? Peccato. Non è che quello francesce spopoli nei festival del resto del mondo.

    • se vuoi giochiamo a rimpiattino: questa è la visione che hai tu, del festival.

      Angouleme è il principale amplificatore di tendenze. Ma sbaglieresti (e sbaglierei) se descrivessimo l’influenza in termini causa-effetto. I festival non funzionano così da decenni: la loro influenza non è quella sull’acquisto d’impulso, ma nel determinare l’agenda dell’attenzione di editor, autori, e stampa – non solo europea.

      E peraltro: il fumetto francese ‘spopola’ meno di quello giapponese, nel mondo. Ma di gran lunga più di quello nostrano.

    • In USA interessa poco? Gli editor americani, e non solo, in pratica guardano lì per decidere che opere europee pubblicare in USA…

  5. Se stiamo parlando di spiccioli, sì, spopola di più (per quanto, mi sa che bastano le vendite di Tex in Brasile e di Zagor nel centro europa per rimettere le cose in paro).

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: