Manga vs. Fumetti in Asia: market share

Una ricerca di mercato realizzata dall’agenzia pubblicitaria Hakuhodo ha tentato un’analisi interessante: comparare e misurare la market share, in alcuni paesi asiatici, di fumetti giapponesi e fumetti ‘occidentali’.

Il target considerato è in realtà assai parziale, per quanto di valore: consumatori metropolitani. E i dati risalgono al 2011, riportati da una breve inchiesta di BBC News. Sebbene non sia riuscito a ricostruire la metodologia (presumo analoga a questo altro report, più ampio, sulla percezione del “made in Japan”; secondo cui, però, il dato non sarebbe la market share), li prendo per buoni. Quantomeno per osservare due cose:

  • Hong Kong e Taipei sono fortemente ‘nipponizzate’, dal punto di vista del fumetto (metà o oltre). Per non so quale ragione, dalla ricerca manca Seoul. I cui dati, presumo, sarebbero accostabili alle due metropoli ‘cinesi’.
  • solo in Malesia (Kuala Lumpur) il fumetto occidentale ‘batte’ i manga. Tutt’altro che stupefacente, per chi conosce quella città (ne ho parlato in passato proprio qua), e la sua ricca tradizione fumettistica. Sia chiaro: per occidentale, in realtà, si intende (quasi) solo fumetto nordamericano.
  • Singapore e Vietnam presentano una situazione in cui il manga, pur maggiormente presente, non domina. Ma le ragioni sono diverse, direi: a Singapore conta una consistente occidentalizzazione, in Vietnam la distanza culturale dal Far East (e un pizzico di passato coloniale: è facile trovare Tintin, in tante librerie di Ho Chi Minh city).
  • Nelle Filippine, uno dei paesi con la maggiore tradizione fumettistica locale, in Asia, il manga occuperebbe oltre 1/3 della scena (a Manila), mentre il fumetto occidentale quasi 1/4. Gli osservatori lo dicono da tempo: la globalizzazione sembra avere avuto un impatto particolarmente forte sul fumetto filippino, riducendo lo spazio del prodotto locale.
  • In India (e qui è dura credere che la sola Mumbai rappresenti una media nazionale…) il manga pare una tendenza allo stadio embrionale. Ma anche il fumetto occidentale conta poco. Più ancora della Cina, il vero “continente misterioso” nel mercato internazionale del fumetto.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: