Una scrittura diabolika

Qualche settimana fa, in occasione della mostra per i 50 anni di Diabolik organizzata a Cremona da Centro Fumetto Andrea Pazienza e Astorina, è uscito un piccolo, interessante volume. Si intitola La donna dagli occhi di gelo, ed è una sceneggiatura completa, presentata secondo un criterio editoriale assai raro, per un materiale del genere: “stampa anastica con tavole a fronte”.

La sceneggiatura di questo episodio di Diabolik, datato 1988, è firmata da Luciana Giussani, una delle due sorelle creatrici della serie. E il volumetto la presenta per intero. Ovvero: riproducendo nelle pagine a sinistra i fogli ‘originali’ della sceneggiatura scritti a macchina, e nelle pagine a destra le tavole definitive disegnate da Sergio Zaniboni e Brenno Fiumali.

Al di là del valore storico-filologico – un episodio come tanti, in fondo – il fascino dell’operazione sta nel riportare alla luce il materiale di una fase di lavorazione sostanzialmente invisibile, eppure determinante. Più ancora, nel mostrarne non solo lo “stile” sceneggiativo, ma la sua “tecnologia”: l’alternanza tra inchiostro nero e rosso per la descrizione e i dialoghi/testi; le correzioni e ripensamenti ‘chirurgici’; l’integrazione con schemi, schizzi, fotografie, piante per definire la scena; soluzioni e tecniche di scrittura passate in disuso:

Un passaggio spassoso: l’indicazione per l’espressione di Ginko “molto seccata” (roba da riportare la mente alle parole di Sergio Leone sulle due espressioni Clint Eastwood):

Tra i miei passaggi preferiti, quelli in cui la parola “fumetto” è usata per indicare, con consumata perizia tecnica, la presenza di balloons. Fino al punto di scrivere <<da cruscotto viene fumetto radio>>:

2 Risposte

  1. […] “Qualche settimana fa, in occasione della mostra per i 50 anni di Diabolik organizzata a Cremona da Centro Fumetto Andrea Pazienza e Astorina, è uscito un piccolo, interessante volume. Si intitola La donna dagli occhi di gelo, ed è una sceneggiatura completa, presentata secondo un criterio editoriale assai raro, per un materiale del genere: “stampa anastica con tavole a fronte”…” Post completo su Fumettologicamente, se ve lo siete perso a suo tempo: click qui. […]

  2. […] “Qualche settimana fa, in occasione della mostra per i 50 anni di Diabolik organizzata a Cremona da Centro Fumetto Andrea Pazienza e Astorina, è uscito un piccolo, interessante volume. Si intitola La donna dagli occhi di gelo, ed è una sceneggiatura completa, presentata secondo un criterio editoriale assai raro, per un materiale del genere: “stampa anastica con tavole a fronte”…” Post completo su Fumettologicamente, se ve lo siete perso a suo tempo: click qui. […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: