Sergej Ejzenštejn, regista e fumettista

Come tutti noi, da ragazzo, anche Sergej Ejzenštejn amava i fumetti. Come solo alcuni fra noi, però, ne realizzò anche qualcuno.

La Fondazione Daniel Langlois ha reso disponibile sul web uno dei tanti libri di disegni realizzati da Ejzenstejn. Risale al 1914, quando il futuro regista aveva 16 anni. Il quaderno è di piccolo formato (23,9 x 20 cm), è composto da 150 pagine, e i disegni sono in inchiostro, talvolta con acquerello.

Come ha osservato Antoine, i modelli cui si ispirava questo lavoro di Ejzenštejn sono evidenti: grandi caricaturisti e fumettisti ottocenteschi come Honoré Daumier, J.-J. Granville, Gustave Doré, Rodolphe Töpffer, Wilhelm Busch. L’influenza di Busch è forse quella più visibile in una tavola come questa:

Pare che i quaderni con i disegni di Ejzenštejn siano 20, cui si aggiungono 8 carnets. Sarebbe interessante – molto interessante – verificare quanti altri ospitino storie disegnate, o veri e propri fumetti.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: