Fumetto e (prove di) realtà aumentata

Così è stato annunciato, durante l’ultimo festival di Angouleme, il nuovo progetto di François Schuiten: il primo fumetto che sfrutta soluzioni di realtà aumentata.

Naturalmente si tratta di “realtà aumentata” in un’accezione particolare e, per certi versi, parziale. Riguarda infatti solo il risvolto di copertina. Che una volta posto di fronte a una webcam, e tramite un disegno usato come marker, avvia sul desktop un video 3D della locomotiva 12.004, icona industriale degli anni 30 e protagonista del volume.

Il volume si intitola La Douce, è il primo libro solista di Schuiten per la serie della Città Oscure, uscirà alla fine di Aprile, e si presenta così:

L’effetto è certamente curioso, perché pare dare vita a una specie di “libro pop-up in 3D”. Ma anche paradossale, perché se c’è qualcosa di innaturale e artificioso nella lettura di un fumetto, beh, è proprio ciò che viene mostrato nel video dimostrativo: rivolgere il libro dalla parte opposta agli occhi del lettore, verso un computer. Non proprio il massimo, in termini di usabilità.

Insomma, un esperimento che stimola l’immaginazione, ma nei fatti un’applicazione tecnologica fine a sé stessa. Ben poca cosa rispetto alla forza della realtà aumentata, in grado di offrire la sua efficacia quando associata a dispositivi “trasparenti” rispetto alla realtà, come telefoni e tablet. Perché ad “aumentare”, qui, è un supporto ulteriore, affiancato – e non integrato – all’opacità costitutiva della carta.

O almeno così è per ora, in attesa della diffusione di applicazioni in electronic paper, la possibile “carta aumentata” del fumetto che verrà.

5 Risposte

  1. Se dici che quello da te citato è il primo fumetto con contenuti di realtà aumentata, sei in ERRORE.

    Il primo fumetto con siffatti contenuti, lo abbiamo fatto noi, qui in Italia, con il primo albo (di 4) degli X-NERD, presentato la scorsa Lucca.

    Ti metto un paio di link dove, se ti interessa, troverai alcune delucidazioni sul caso.

    http://donzauker.it/2011/10/25/x-nerd-prima-crociata-1-di-4/

    oppure più diffusamente ne parlo nel mio modestissimo, umilissimo blog

    http://lacadelavega.blogspot.com/2011/10/augmented-reality.html

    comunque Italia 1 – Francia 0
    altro che François Schuiten… con rispetto parlando.

    Cordialmente

  2. l’avevo letto sull’ultimo “castermag” e il mio primo pensiero è stato: “che c’azzecca?”
    bhà… speriamo bene…

  3. laca: non l’ho detto (“così è stato annunciato”, ho scritto). E cmq grazie del link: sì, siete arrivati prima di Schuiten; glielo faremo sapere😉

    biri: già. Resto comunque perplesso sull’uso del termine “realtà aumentata” per questo tipo di integrazioni offline/online.

  4. […] background-position: 50% 0px; background-color:#222222; background-repeat : no-repeat; } fumettologicamente.wordpress.com – Today, 5:06 […]

  5. Al momento è più un effetto speciale distaccato dalla fruibilità tradizionale del fumetto. Però se si utilizzassero gli smartphone potremmo aggiungere qualcosa in più alla lettura tenendo il libro in mano nel verso giusto. Degli approfondimenti, animazioni, presentazioni, interviste agli autori ecc ecc.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: