Autoritratti disegnati: Ronald Searle

Della forza comunicativa degli autoritratti realizzati da disegnatori abbiamo già parlato un po’. Soprattutto per sottolinearne la valenza di complessa auto-riflessione su di sé, sul segno, e sul proprio mestiere.

Tra i tanti esempi con cui potremmo continuare (e prima o sarebbe bello parlare del più bravo di tutti: Saul Steinberg), di recente ne ho scoperti alcuni che non conoscevo, opera del recentemente scomparso Ronal Searle:

Da un indiscusso maestro della linea, non mi ha stupito ritrovare un altro autoritratto tipicamente, diciamo, steinberghiano:

Ma l’autoritratto che ho trovato più affascinante e completo, perché in grado di lavorare su tutti e tre gli aspetti che dicevo (mestiere/pratica del disegnare; il significato del segno; e l’identità individuale dell’autore) è quello che segue: un “teatro di marionette” di linee e di forme, che gioca con la Storia (in costume) e con la relazione tra linea e macchie ‘informali’:

via ronaldsearle blog

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: