Topografia del fumetto milanese

E’ appena uscito Storie sparse, antologia di scritti e disegni di Giovanni Gandini. Ovvero l’inventore di Linus, e curioso di professione. Anzi: uno dei curiosi-più-autenticamente-curiosi della storia della cultura milanese dell’ultimo mezzo secolo.

La raccolta è così ricca e interessante, grazie anche alla ricostruzione precisa e affettuosa di Alberto Saibene e Alessandro Beretta, che non si può non consigliarlo vivamente. E ne riparleremo.

Mi limito oggi a un piccolo estratto memorabile (da “Caffé Milano”, 1987): una specie di topografia immaginaria (e si sa quanto Gandini amasse i topi…) dedicata al rapporto tra il fumetto – i suoi autori e i suoi personaggi – e Milano.

*******************************************************

Come vivrebbero i personaggi dei fumetti a Milano?

Valentina di Guido Crepax è un’eccezione perché è nata in zona Magenta e la città la conosce almeno quanto Ornella Vanoni.

Topolino e Minnie, nati nelle periferie americane degli Anni Trenta, prediligono sicuramente steccati da “Linea 3 avanza” e aree incolte se ce n’è ancora. La loro casa potrebbe essere quel villino-cicala in piazzale Buonarroti dove Eriprando Visconti girò il suo primissimo film.

Ma dove scende Gordon Flash? Qualcuno dice all’hotel Manin, secondo me in Prefettura, secondo altri in un attico del centro, ospite di Olcese.

Linus, si sa, in ringhiera perché ogni mattina deve stendere la sua copertina.

Mandrake con un semplice cenno della mano cambia residenza ogni giorno, dal Gallia al Plaza, dal Gran Hotel et de Milan, alla pensione Speranza di viale Padova.

I fumetti sono un po’ tutti, i personaggi e il leggere, i divi odierni della Tv e i grandi attori del cinema. Jean Gabin è un attore che abbiamo amato ed è come averlo ogni sera su un giornalino. Chi non ricorda la canzone della Frehel in “Pepé le Moko” prima che Gabin scenda i lunghi gradini della Casbah? “Où est-il mon moulin de la place Blanche, mon tabac, mon bistrot dans le coin…?” Ma Gabin che gradini scende a Milano? Alla stazione di Porta Genova dove c’è il cavalcavia, ai Bastioni di Porta Venezia o Monte Merlo? Forse la scaletta del Ponte delle Gabelle. Non abbiamo su e giù nella nostra città, né fiumi color terra o azzurri che fanno le curve.

Asterix e Obelix ci hanno lasciato dei canali che venivano dai campi verdi e uno l’hanno fatto rotondo per impedire alle macchine di oltrepassarlo.

Barbarella si sarebbe fermata alle Sirenette e Tintin dai Carabinieri.

Quando arriva Bobo so che va in Melzi d’Eril da Umberto Eco, e zio Paperone o da Cuccia o a Segrate.

Copi viene a casa mia.

Moebius in via Canonica per restare a due passi dal Monumentale, Biancaneve sulla Madonnina e i Sette Nani sulle guglie.

Snoopy viene per parlare di magliette con i merli in via dei Giardini o per interessarsi di una nuova rivista che intende stampare direttamente sulle magliette.

Cappuccetto Rosso non attreverserebbe mai i Boschetti verso sera per portare una bottiglia di Oltrepò Pavese alla nonnina che abita al 23 dell’Annunciata, mentre Arcibaldo lo vedo ogni mattina sulla gru della Questura. Gioca a Scala Cinquanta e va a mangiare alla Vecchia Pesa.

Se Bonaventura ha perso il posto alla Commerciale per aver cambiato in contanti un foglio con su scritto “un milione”, in compenso ha avuto grande successo come stilista di pantaloni bianchi.

Non c’è raduno degli Alpini che non veda tra i trentamila Cino e Franco, ma sono riunioni sporadiche che si tengono all’Arena e se uno li vede li riconosce subito non per la penna d’aquila ma per i calzoni corti.

Giovanni Gandini

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: