weekend review fumettologica (9)

Letture intense o letture rapide, torna l’abituale link review aperiodica:

  • E innanzitutto una notizia: dopo 30 anni, esce un nuovo libro per bambini interamente scritto e disegnato da Maurice Sendak. Si intitola Bumble-Ardy. Evviva.
  • Fumetto digitale: si muovono le acque dal punto di vista del design per ‘platform-specific’. Come ha notato Jason Snell, sembra che sempre più autori di webcomics si stiano finalmente confrontando con questioni di “esperienza di lettura” legate ai nuovi device, tablet in primis. Un punto caldo è l’inversione del processo di progettazione: da un design pensato per la carta e poi adattato al digitale, alcuni iniziano a progettare fumetti specificamente per i tablet. Il risultato è la centralità del formato “landscape”, che autori come Scott Kurtz o Thom Zahler hanno perfettamente capito.
  • La causa intentata dagli eredi Kirby contro la Marvel ha visto uscire vincitore l’editore. Una causa che “in punta di diritto” non sembra poi troppo sensata (la ragione parrebbe più dalla parte di Marvel, al di là di alcuni contratti che Kirby fu portato a firmare con valore retroattivo). Ma che lascia sul tavolo la questione della “buona relazione” tra Marvel ed eredi dei grandi autori. Una questione di riconciliazione simbolica che, paragonata ai più assennati gesti dei rivali di DC Comics, resta per alcuni – come scrive Tom Spurgeon – una triste vicenda di comportamenti iper-aziendalisti che lasciano l’amaro in bocca. C’è persino chi ha proposto di boicottare i fumetti Marvel basati sullo sfruttamento di lavori di Kirby: è Steve Bissette.
  • Altra notiziola: Jiro Taniguchi sarà a Lucca Comics. Secondo alcuni è la sua “prima volta in Italia”. Non è così: come ricorda Davide Castellazzi, è già la terza visita del mangaka dalle nostre parti.
  • Ricordate le memorabili strisce di Jules Feiffer per il Village Voice, protagonista una ballerina? Ebbene, sono state adattate in una serie di 6 cortometraggi, intitolati “The Dancer Films”, di cui Feiffer discute qui.
  • Una recensione del film Captain America del bravo designer fumettòfilo Khoi Vinh. Deluso dal forte senso di irrealtà dell’operazione.
  • Un’altra recensione. Ma del film Super. Che secondo il blogger Evilmonkey: “è tutto quello che Kick-Ass non è riuscito a essere, ne su carta ne su pellicola. Meno ipertrofico e pop, infinitamente più profondo e stratificato”
  • E per i non pochi amici in vacanza in Portogallo: immagini dalla Snoopy Parade.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: