[GioveGif] Vitamina G(if)

Giovedì d’estate: torna la rubrica sui giffumetti. Per segnalare una questione.

Qui sotto vedete una breve storia realizzata da Anthony Holden, disegnatore presso DreamWorks:

Guardarla mi ha fatto notare uno dei problemi più diffusi in questa nuova, piccola nicchia creativa. Ovvero il rischio di abusare nell’animazione dei dettagli. Perché se da un lato gli elementi animati da Holden sono ben scelti, dall’altro non si può non osservare come siano quantitativamente eccessivi. In questa breve storia, infatti, ogni vignetta contiene oggetti animati; di più: non uno per vignetta, ma numerosi (fin dal titolo…).

L’effetto? Una ridondanza comunicativa che lascia smarriti. Perché distrae l’occhio, ripetutamente sollecitato in più direzioni. E il loro contributo alla narrazione risulta defocalizzante: seguendo l’immagine nel complesso, vediamo animarsi un po’ di tutto, contemporaneamente (e con due aggravanti: loop temporali diversi; e orientamenti vettoriali diversi).

Insomma, se l'”animazione limitata” permessa dalle gif ha il pregio di offrire nuove possibilità nella “costruzione dell’attenzione” visiva alla tavola di fumetto, qui vediamo in scena l’esemplare ingenuità (peraltro dichiarata: è il suo primo tentativo) di qualcuno che si è fatto un po’ troppo “prendere la mano”.

Ringraziamo dunque il giovane Holden (eh già) e ricordiamo la “lezione in nutrizione” che ci ha insegnato. Vitamina G(if): assumere con cautela.

16 Risposte

  1. Sicuramente l’animazione potrebbe diventare un elemento narrativo, ma questo sembra un giochetto, e come giochetto va pure bene.
    Che tu sappia ci sono altri esempi di fumetti in gif?

    • esatto: questo è un ‘giochino’. Ma esempi più brillanti esistono: recupera il post di settimana scorsa (e segui la serie)

      • Mi sembra un giochino pure quello. A che serve animare elementi in secondo piano? Perché farli saltare all’occhio attraverso l’animazione se non sono informazioni fondamentali?
        Se lo scopo non è narrativo siamo davanti a semplici carinerie.

        • sono d’accordo: la logica è più estetizzante che altro, in Gorman.

          Ma la carineria che dici è una dimensione che ha comunque una funzione, e Gorman dimostra di coglierla, mentre Holden no. Peraltro non è solo carineria. Gli elementi di sfondo che ha selezionato sono narrativamente rilevanti: il personaggio contempla la cascata, e questa contemplazione è sottolineata dall’animazione. E’ una delle pratiche più diffuse delle .gif: enfatizzare alcuni dettagli. Saperli scegliere con cura e parsimonia sembra facile, ma non lo è.

          Nel post di sett. scorsa linkavo anche un post precedente, su un caso più complesso e interessante: un lavoro di ‘aencre’, che anima delle tavole mescolando elementi di sfondo e progressione del movimento, per rappresentare la “instabilità percettiva” della visione di una ragazza ubriaca.

          Se hai altri casi da segnalare: scrivi.

  2. PS E poi spiegatemi: com’è che non si vede l’animazione, se non si clicca sull’immagine? Dov’è che sbaglio nel caricarle? In che modo posso maledire WordPress e la mia incapacità nell’usarlo?

  3. Ho usato il termine carineria ma non volevo sottovalutare questa dimensione. E’ vero, Matteo, Gorman è più delicato e la cascata ha certamente il suo respiro. Holden invece ha fatto un po’ un minestrone (comunque interessante per capire cosa si può fare con le gif, quindi grazie per la segnalazione).
    Aencre è dieci chilometro avanti. Davvero disturbante la prospettiva dell’ubriaca.

  4. Ciao Matteo. In realtà per visualizzare l’animazione, basterebbe che tu linkassi direttamente l’immagine originale o che la caricassi su un servizio esterno tipo Imageshack e poi ne riportassi l’indirizzo in uno dei tuoi post.

    A proposito, non so se conosci il grande Vincent Giard
    (esempio: http://aencre.org/blog/2010/bol-directors-cut/)

    • luigi, non ti offendere, ma caricando anche l’immagine da un servizio esterno o dal sito originale wordpress avrà sempre bisogno di riscalarla…non sono un troll, sono animato da sincero spirito umanitario

  5. ho provato il picturemanager, poi gifmagic, poi sono passato direttamente alla stregoneria.
    Ma alla fine la veritàvera: il mio è un caso umanitario. Salvate il soldato Stevens.

  6. Questo è il codice dell’immagine incorporata nella pagina:
    https://fumettologicamente.files.wordpress.com/2011/07/vitamin_comic_ps500_31882.gif?w=468&h=936

    Questo è l’originale (quello post click):

    Quel ?w=468&h=936 è wordpress che ti ridimensiona l’immagine, ed in quell’operazione la blocca.

    Potresti provare in visualizzazione html dell’articolo a sostituire il primo codice col secondo (eliminando l’intervento di wordpress sull’immagine) e salvare. Lo trovi all’interno di un tag <img src="…

    L'immagine originale è larga 500 px, quella ridimensionata da wordpress 468. Il rischio è che la larghezza dell'originale ti "deformi" un po' l'interfaccia del blog. Devi provare.

    Se no temo che senza photoshop o simili (forse ma forse si fa anche con gimp) non ne esci…

    baci!
    c.

    • grazie! avevo immaginato che il colpevole fosse wordpress (i magheggi con gifmagic apparentemente funzionano, ma quando carico, picche).
      Però evito di toccare html e rischiare l’esplosione dell’interfaccia del blog: mi arrendo al destino e prometto di imparare a usare fotosciòpp entro il mio 80° compleanno.

  7. Ehm… photoshop ti serve per ridurre la gif originale ad un formato che non ti deformi il blog (cmq son 30px, fossi in te proverei anche così)… il magheggio in html (un copia/incolla!) temo che dovresti farlo lo stesso😀
    Guarda che non esplode mica eh😉 ?
    baci,
    c.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: