Salone del Mobile 2011: miscellanea

Dal punto di vista fumettologico, l’edizione del 2010 del Salone del Mobile di Milano – per chi la ricordasse – era stata davvero significativa. Ne era stato il simbolo Alessandro Mendini, la cui cultura fumettistica aveva segnato, come uno tra i suoi ingredienti distintivi, sia il Terzo allestimento del Museo del Design che l’avvio di una nuova stagione editoriale della rivista Domus, entrambi sotto la direzione del grande architetto e designer.

Quest’anno, invece, nulla di particolarmente rilevante, fumettologicamente parlando. Come sempre, però, una qualche presenza del fumetto, nel più importante evento internazionale dedicato al design, c’è stata. E allora, eccovi una rapida carrellata. Che per chi crede – come me – nel teorema Milano = Fumetto = Crepax, ha un inizio particolarmente fumettomeneghino.

Guido Crepax, infatti, è stato protagonista di un piccolo ma prezioso recupero storico da parte di Cottoveneto, azienda produttrice di ceramiche che ha esposto alcuni modelli originali dei “rivestimenti d’artista” realizzati negli anni ’80 dallo stesso Crepax:

Dal suo incontro nacque l’idea di trasporre il fumetto su formelle di ceramica bianca per rivestire pareti in modo assolutamente originale ed innovativo, come fossero fogli di carta per vignette d’autore, rubando istantanee ai suoi personaggi, in particolare a Valentina, icona della nostra epoca. Cottoveneto produsse così per un lungo periodo a partire dal 1986 la famosa serie “Guido Crepax” composta da piatti, piastrelle di piccolo formato e pannelli di varie misura in bianco e nero e a colori

Una sagoma di Spider-Man, in resina, prodotta da Gobbetto:

L’allestimento della Quarta edizione del Museo del Design – “Le fabbriche dei sogni”, curata da Alberto Alessi – è stato caratterizzato dai disegni di Marti Guixé:

Midj, produttore friulano di sedie e tavoli, ha presentato una serie di sedute e accessori progettati da Momaboma utilizzando vecchi fumetti come texture dei rivestimenti, in chiave vintage:

Estetica tra manga e pop art (all’acqua di rose) per il brand Modà di Di Liddo e Perego, costruttori di camere e spazi per ragazzi, che ha presentato un “comò delle meraviglie” ispirato ad Alice, ma in salsa manga:

Niente di eccitante, dunque. Eccetto il piacere meneghino di vedere le ‘storiche’ ceramiche firmate Crepax.

Ma l’installazione/marketta più divertente tra quelle del FuoriSalone, però, qualcosa di fumettòfilo lo aveva. E’ stata “Tron designs Corian“,  ovvero un’operazione di comunicazione che ha presentato prodotti di design (da tavoli e sedute a bagni e moto) ispirati al film Disney Tron Legacy, tutti realizzati con il celebre Corian creato dalla DuPont. Un tuffo nell’hi-tech condito di un bel tot di nostalgia anni ’80, tanto superficiale – letteralmente, visto il materiale – quanto piacevole:

3 Risposte

  1. A proposito di mobili e fumetti.
    Qualche anno fa visitai a Parma una mostra dedicata a Fortunato Depero. Tra le altre cose era esposta un’intera camera da letto per bambini, sagomata e illustrata ispirandosi ai personaggi del Corriere dei Piccoli (Bonaventura se non ricordo male)

  2. Nulla.
    Il catalogo della mostra era su VHS. Chissà dov’è finita, tra un trasloco e l’altro.
    Però non dev’essere impossibile trovare qualcosa, magari in rete.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: