Apre un solido Museo del fumetto. Ad Abu Dhabi.

La costruzione di centri culturali o musei dedicati al fumetto è una tendenza affiorata soprattutto negli ultimi dieci anni. Ma se in Italia ha dato luogo ad esperienze che vanno purtroppo dal modesto al mediocre – con varie sfumature di naiveté istituzionale e culturale – all’estero sta producendo iniziative sempre più solide, fondate su progettualità articolate e sulle migliori competenze internazionali.

Chi sta giocando il ruolo di principale attore sullo scenario globale? La Cité di Angouleme, struttura che comprende la più grande Biblioteca e Museo del fumetto d’Europa (e non solo), e che oggi ha finalmente annunciato una nuova, importante iniziativa: l’apertura di un analogo centro, secondo la formula della ‘licenza’, nell’esotica Abu Dhabi.

Eccovi il comunicato completo, tradotto:

Negoziato in gran segreto per quasi due anni, un accordo storico sarà firmato Venerdì 1 aprile tra la Cité de la Bande Dessinée et de l’Image e l’Emirato di Abu Dhabi, che ha espresso il desiderio di aprire, dopo il “suo” museo del Louvre, un museo del fumetto su licenza della Cité. Destinato ad aprire nel 2014, sarà una vera e propria Cité del tutto nuova quella che vedrà la luce nella capitale degli Emirati Arabi Uniti, che comprenderà un museo, una biblioteca, delle sale cinematografiche, una residenza per scrittori, un ristorante… Le collezioni del museo del fumetto saranno presentate a rotazione, come già avviene ad Angouleme.

Vincitore del concorso di architettura indetto dall’emirato, il marocchino Kdbat Abril si è apertamente ispirato a un concept del disegnatore e fumettista francese Marc-Antoine Mathieu. Il progetto sarà presentato Venerdì, ma la newsletter [della Cité] ve ne svela già il principio: raffigurante un letto gigante, l’edificio monumentale è un omaggio al Little Nemo di Winsor McCay, capolavoro del fumetto risalente agli inizi del Novecento.

Sebbene la Cité, in tre anni di esistenza, non abbia mai usato l’acronimo “CIBDI”, il Centro arabo del fumetto si chiamerà CIBDI Dhabi, su proposta di uno dei membri della giuria del concorso architettonico, il celebre letterato e giornalista egiziano Ahmed El Nil.

Qui sotto vedete il disegno di Mathieu da cui ha tratto ispirazione l’architetto Abril:

The World Institute of Dream, Morpheus Street (Project) - fotoritocco di Marc-Antoine Mathieu, 2005

Se tutto andrà come deve andare, si tratterà di un avamposto strategico, fra le altre cose, per la visibilità del fumetto arabo e mediorientale. Ma anche uno strumento con cui accompagnare la circolazione internazionale del fumetto europeo, che nell’area araba è storicamente sottorappresentato rispetto a quello asiatico e talvolta (paradossi dell’industria culturale) persino americano.

E se tutto ma proprio tutto andrà come deve andare, ne beneficerà un po’ anche il fumetto italiano. Grazie alle collezioni di preziosi originali e di pubblicazioni del Museo francese, ma anche alle altre iniziative (formazione, convegni, pubblicazioni) della Cité, che all’Italia hanno dato sempre più spazio negli ultimi anni. Infine, curiosità personale: è possibile una tappa, presto o tardi, per la mostra-progetto Cento per Cento, attualmente in tour in Spagna.

E se poi saremo tanto buonini e non disturberemo il manovratore, dopo Francia (e Belgio USA Germania Portogallo Giappone SudCorea Spagna Emirati Arabi Uniti…) anche in Italia avremo prima o poi anche noi un Ministro della cultura, amministratori locali, intellettuali, artisti e operatori industriali che “faranno sistema” – come già in altri campi della cultura – intorno al fumetto, offrendo ai cittadini e al settore una struttura solida, credibile e influente. Uhm. Inshallah?

Una Risposta

  1. […] giorno ho segnalato il progetto di un Museo del Fumetto ad Abu Dhabi. Ebbene: era un pesce […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: