Canicola Bambini: anteprima

Bilbolbul si avvicina – tempo di parlare di uno dei contenuti chiave: il fumetto per bambini.

Canicola è la rivista italiana di fumetto che, nella seconda metà degli anni Duemila, ha fatto più parlare di sè nel mondo. In un certo senso raccogliendo il testimone di Black, che aveva fatto altrettanto nella prima metà del decennio.

Una piccola rivista-avamposto, concepita da un collettivo di autori sodali – e da due editor di notevole rigore – che ha guadagnato al fumetto italiano nuovi spazi di visibilità culturale (inclusi gli eccellenti riconoscimenti de “Lo Straniero” e al Festival di Angouleme). E che ad alcuni autori, protagonisti della più recente ricerca narrativa e formale nel fumetto nostrano, ha regalato nuove occasioni di libertà creativa. Inclusa quest’ultima: un numero interamente dedicato al fumetto per bambini, presentato nell’ambito delle iniziative di BBB Ragazzi al festival bolognese Bilbolbul [dal comunicato]:

Sulle orme della grande tradizione italiana delle riviste per ragazzi “Canicola 10 – bambini” fa rivivere il fumetto per l’infanzia attraverso un progetto di altissimo valore artistico e culturale, un’importante scommessa per dimostrare come si possa produrre fumetto di qualità, spingendo l’acceleratore dell’immaginazione, sgretolando stereotipi e confidando nella forza narrativa del disegno.

Gli autori coinvolti sono sia nomi di primo piano che assoluti sconosciuti, italiani e non: Francesca Ghermandi (Italia), Anke Feuchtenberger (Germania), Tuono Pettinato (Italia), Giacomo Nanni (Italia), Amanda Vähämäki (Finlandia), Vincenzo Filosa (Italia), Yan Cong (Cina), Brecht Vandenbroucke (Belgio), Anna Deflorian (Italia), Michelangelo Setola (Italia), Anete Melece (Latvia).

Alcuni hanno realizzato lavori perfetti per l’occasione – dal mio punto di vista, soprattutto Nanni, Ghermandi e Deflorian – altri meno. Di certo, una ventata di aria fresca in un panorama, quello del fumetto per bambini in Italia, della cui (scarsa) salute bisognerà presto tornare a parlare.

E allora, ecco in anteprima alcune tavole. Iniziando dal più sconosciuto di tutti, il lituano Anete Melece:

Giacomo Nanni:

Anke Feuchtenberger:

Due tavole dal lungo racconto di Francesca Ghermandi:

Yan Cong:

Vincenzo Filosa:

Anna Deflorian:

Tuono Pettinato:

Una Risposta

  1. Grazie per la segnalazione, Matteo.
    Avevo già una grande stima per il gruppo Canicola.
    Con questo progetto hanno fatto un ulteriore salto in avanti dimostrandosi pronti e coraggiosi.

    Che bravi.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: