Sei mesi di blog…

…e sono stati mesi molto interessanti.

Credo quindi di avere un solo, banale concetto da esprimere (con un tot di parole e commenti accessori): grazie.

Con un certo stupore, ho scoperto che non solo ho dato molto a questo blog (242 post, 518 tag, 32 categorie; intendiamoci: un piacere, mica una sofferenza), ma che questo blog mi ha restituito ancora di più. Una bella scarica di energia. E se “nulla si crea, nulla si distrugge”, questa energia non è venuta da sola: c’è un sacco di gente da ringraziare, come sempre. E oggi tocca a me.

Iniziamo dal principio. Ovvero: un vezzo del blogger debuttante è fare il punto sulle cifre. Me lo concedo anch’io, con annesso però un doveroso patto: non lo farò mai più. D’altra parte, anche di queste cifre devo ringraziarvi: 40mila visite, e una collocazione crescente tra i primi blog italiani secondo i ranking di Wikio e Blogbabel (il 27 luglio Wikio diceva 119; Blogbabel 357 nella “generale”, 153 nel semestre, e 47 nell’ultimo mese), sono risultati cui non avevo proprio pensato. Mi sono pure trovato a ricevere offerte commerciali di hosting e di pubblicità. E dire che di handicap questo blog ne ha: non sono smart (si dice “SEO-friendly”) come uno smanettone della prima ora, scrivo molto, non sono ospitato da una piattaforma che ha già un suo pubblico, e non ho la visibilità di un autore. Niente di cui gonfiarsi il petto. Ma sapete com’è: massaggiare l’ego aiuta il karma. Ok, passiamo alle cose serie.

Un ringraziamente diciamo “fondativo” va a Fabio, Paolo, Giovanni, Marco, Fausto, Paul, per ragioni le più diverse, ma che si possono riassumere in: mi hanno stimolato, ispirato, aiutato a partire. 

Un ringraziamento ancora più forte lo devo non per la quantità ma per la qualità della vostra presenza: i commenti. Lo so che siete timidi, che qui mancano quelle belle polemiche da osteria che scaldano il cuor, che dopo tante parole mie uno poi non ha la forza di commentare. Eppure vi ho trovati (in un’interessante ammucchiata tra autori, lettori, blogger, operatori, studiosi, giornalisti) a commentare quasi ogni post, e spesso rilanciando, precisando, annotando. E senza perder tempo in chiacchericci da chat (ok, questa suona un po’ snob). Ho cercato di impostare questo blog come uno spazio di costruzione di frammenti di un discorso sul fumetto – e anche la dinamica post/commenti, grazie a voi, mi pare che abbia funzionato.

Infine, il ringraziamento più intenso riguarda l’aspetto che mi ha più stupito, e che ha alimentato più del resto la mia curiosità: le nuove relazioni. E’ piuttosto semplice a dirsi: grazie a questo blog non solo ho coltivato o rafforzato alcuni legami, ma ho incontrato ex novo diverse persone interessanti. E questo sì che è un successo. Voglio dire: con certa gente che in Italia … pensa se avessi incontrato solo persone, magari pure miei studenti (omg!?!), entusiaste per ‘cose’ come Giorgio Stracquadanio o  Corona (Fabrizio, non Marco)! [fine della battuta gratuita, acida e di dubbio orientamento sociopolitico]

Ora è agosto, tempo di relax più che di lavoro. Questo blog non farà pause. Ma il ritmo sarà più blando, fino a settembre. Per un autunno come sempre carico: il Festival di Internazionale, i Comics Talks, le ZeroGuide, il Comitato Nazionale Fumetto100, SIGNS Journal. E gli impegni accademici. E ben 4 libri che avanzano in slalom parallelo (ma in ritardo convergente). E nuovi progetti in avvio. E nuove idee che premono per prendere spazio.

Tra altri sei mesi, inoltre, potrebbe prendere forma un progettino con cui chiudere in bellezza l’annata di Fumettologicamente, prima di decidere che destino riservare a questo blog.

Dunque ringrazio e incrocio le dita. Questi 6 mesi sono stati un eccelente (ri)avvio, con cui ho ripreso a far respirare le (mie) idee. Da settembre, si va avanti – fumettologicamente parlando.

L’ho già detto? Grazie.

Annunci

6 Risposte

  1. Visto che parliamo di fumetti, guardate che carino il video che ho trovato di presentazione della Borsa del Fumetto! Troppo bello l’inizio! 😀
    Vi posto il link se volete curiosare…

    http://www.youimpresa.it/video/impresa-diretta/tex-o-topolino-caccia-al-tesoro-soffitta-la-borsa-del-fumetto-di-milano-si-pre

  2. […] This post was mentioned on Twitter by Geweb | Seo Agency, Matteo Stefanelli. Matteo Stefanelli said: Sei mesi di blog…: http://wp.me/pzGWE-NW […]

  3. Non è una plaggeria (te lo dimostro con la quantità di trackback che faccio!): considero questo uno dei migliori blog fumettocentrici in circolazione.
    Condivido anche il passaggio sulle persone che s’incontrano in rete… Forse, senza enfasi, ma Pierre Levy non aveva tutti i torti quando preconizzava le potenzialità delll’intelligenza collettiva.
    Buon relax.

  4. Mi vien da dire “complimenti per la trasmissione”. Forse un po’ banale come frase ma è la prima che mi viene a tiro. Scherzo a parte, il tuo blog lo seguo con piacere, offre molti spunti di riflessione e tante notizie, ma ciò che tu dici a proposito delle occasioni in più che ti regala in tema di relazioni anche professionali è molto interessante. Credo che il fumetto per la sua specifica essenza fatta di immagini e testo può solo guadagnare nuovi stimatori grazie al web e i numeri di cui parli ne danno conferma. Ovviamente questo accade quando se ne parla in modo interessante e intelligente ma soprattutto quando si mette a disposizione di tutti la propria conoscenza altrimenti non funziona. 

  5. @marcod e @marcoficarra: grazie. Davvero.
    Quel che mi ha sorpreso qui, in tema di relazioni (per rispondere a mficarra), non è stato tanto la dimensione professionale (lavoro in settori molto diversi, e non attribuisco a questo blog un particolare valore professionale), ma quella intellettuale. Spero non suoni snob: sono uno che crede molto alle relazioni fondate sulla condivisione e il confronto intellettuale.

    Mficarra dice anche la cosa che più mi sta a cuore: mettere a disposizione, condividere conoscenze. E’ quello che scrivevo: questo blog mi ha permesso di “far respirare le idee”. Magari queste idee proseguiranno le proprie strade in libri, consulenze, convegni, eventi e altri business; magari invece no. Ma su queste pagine online tutto ciò conta poco: prima viene la condivisione. Che per me è un motore, carburante ed energia indispensabile. Poi si vedrà: i miei desideri, le priorità, il destino, le occasioni. In fondo, ho appena cominciato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: