Mercato del fumetto in Germania: trend

Per il mondo del fumetto tedesco, l’evento di riferimento è il Comic-Salon di Erlangen. Una fiera biennale più piccola delle omologhe francesi, italiane o spagnole, ma pur sempre un luogo di osservazione decisivo per cogliere le tendenze della “locomotiva tedesca” in campo fumettistico.

Un primo dato interessante è che, secondo alcune stime offerte alla stampa nel corso di una delle conferenze, dedicata a questioni di mercato, il giro d’affari (fatturato) complessivo del fumetto, in Germania, si aggira intorno ai 226 milioni di euro. Un mercato quindi non enorme, dominato “a tre” da Carlsen con Ehapa e Panini, che si conferma di gran lunga inferiore a Francia e Stati Uniti, pur nel contesto di uno dei massimi mercati mondiali dell’editoria.

Il secondo dato significativo, riportato da Mundo-BD, è che – anche in Germania – la quota di mercato del manga ha subito una contrazione, passando nell’arco degli ultimi 3 anni da circa il 75% a un intorno del 60% del totale. La spiegazione che danno gli operatori è che iniziano a sentirsi gli effetti del graphic novel boom, che starebbe contribuendo a una parziale trasformazione dei prodotti e del pubblico.

Il simbolo di questa tendenza è un libro che, come italiani, in qualche modo ci riguarda. Si tratta dell’ultimo lavoro di Ulli Lust, Heute ist der letzte Tag vom Rest deines Lebens (Oggi è l’ultimo giorno del resto della tua vita), storia di vita di una giovane punk e racconto di viaggio ambientato nell’Italia degli anni 80, che ha suscitato una grande attenzione da parte dei media tedeschi durante lo scorso autunno, pubblicata dalla etichetta Avant-Verlag del bravo Johann Ulrich. Una lettura che mi sento di consigliare.

Dopo quanto detto anche sulla Spagna qualche giorno fa, viene da dire: la crescita della produzione nazionale, nei principali Paesi europei, sembra ormai un dato di fatto. Come si collochi l’Italia in tutto questo, cercheremo di analizzarlo più in profondità nei prossimi mesi. Quel che è certo è che dietro (dentro) alla crisi, il cambiamento è più profondo di quanto non si tenda a raccontare. E che forse la strada della ripresa non passerà necessariamente per il manga.

Annunci

5 Risposte

  1. Se ti interessa un resoconto completo della manifestazione di Erlangen, ne ho scritto uno sul mio blog:

    http://thegothamlibrary.blogspot.com/2010/06/il-mio-primo-comic-salon-di-erlangen.html

  2. […] franco-belga. L’intervento puntuale di Didier è rilanciato anche dal blog Fumettologicamente (click qui) che vi aggiunge le proprie considerazioni e altri link. // Share| Bande Dessinée, Dati, […]

  3. @pagu: grazie del link. La prossima volta, però, sarebbe bello vedere qualche foto delle mostre. Mahler, per esempio, mi sarebbe piaciuto vedere se ha realizzato un allestimento ad hoc..

    @gfranco: grazie, as usual. Ultimamente mi fai sentire “tallonato” 😉

  4. […] parlato di cifre relative a un paio di importanti mercati nazionali del fumetto, Spagna e Germania. Vorrei tornare a parlare oggi di Spagna, presentandovi alcuni dati differenti da quelli visti nel […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: