Matisse, Tintin, cozze&patatine

Il giorno dopo le elezioni politiche in Belgio, è tempo di bilanci. E di stereotipi:

Il Corriere della Sera la butta su Tintin e Maigret. La domanda del giornalista Luigi Offeddu al politologo di turno, recita infatti così:

A volte prevale un’immagine un po’ folkloristica del Paese: i fumetti di Tintin, il commissario Maigret, le birre trappiste…

Offeddu non sbaglia: Tintin è certamente, per questo Paese in crisi d’identità, uno dei maggiori simboli dell’unità nazionale. Che poi si tratti di un elemento di “folklore”, invece, pare più discutibile. Per un quotidiano come il Corsera, da anni alla ricerca di un equilibrio tra stile compassato e ammiccamenti popolari, l’idea di mettere in pagina un bel disegnone di Hergé – accanto ad una splendida foto di cozze e patatine fritte… – senza dubbio è d’aiuto per svolgere una funzione redazionale: trasformare l’intervento di un politologo in un alleggerimento di ‘colore’:

L’articolo completo in questione, lo trovate qui (clic per ingrandire):

Ah, les belges!

3 Risposte

  1. Senza contare che Matisse è francese… immagino si volesse scrivere Magritte!

  2. “A volte prevale un’immagine un po’ folkloristica del Paese: i fumetti di Tintin, il commissario Maigret, le birre trappiste…”

    immagino la reazione delle autorità italiane se qualcuno avesse detto che il vino fa parte di un’immagine folkloristica dell’Italia…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: