Goodbye ‘MAD’ Dennis

Dennis Hopper non c’è più. Un selvaggio, una faccia da schiaffi, “a little fascist freak” (Peter Fonda), un amante sincero dell’arte contemporanea. Ci mancherà.

Annunci

Una Risposta

  1. Nell’occasione (triste) mi permetto di ricordare che Michele Medda sul n°2 della miniserie Caravan ha omaggiato l’anno scorso il mondo di Hopper e Easy Rider . Il titolo della storia è il “ribelle”: una bella riflessione sui sogni ma anche sulle illusioni di quella stagione.
    “Parlano, parlano di libertà, ma quando vedono un uomo libero, allora ne hanno paura” (Easy Rider)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: